Cerca
  • Andrea Pietropoli

RIABILITAZIONE PER UNA RIPARAZIONE ARTROSCOPICA BANKART

Aggiornato il: 9 dic 2019

Una lesione di Bankart è una ferita anteriore del labbro glenoideo della spalla causata da ripetute lussazioni della spalla. Quando questo accade, si forma una tasca nella parte anteriore della glena che permette alla testa omerale di dislocare in essa. Si tratta di una indicazione per l'intervento chirurgico e spesso è accompagnata da una lesione di Hill-Sachs, ovvero da danni alla testa omerale posteriormente.

Una Bankart ossea è una lesione di Bankart che comprende anche una frattura della cavità glenoidea antero-inferiore della scapola.



Fase 1

Obiettivo Primario:

• Ottimizzare / proteggere il tessuto cicatrizzante (capsulare)

• Ridurre il dolore e l'infiammazione Secondario:

• ROM e forza articolari GH protette

• Stabilizzazione scapulotoracica

• Indirizzare la catena cinetica (articolazioni adiacenti, postura, ecc.)


Precauzioni:

• Nessun movimento attivo o passivo oltre la ROM specificata, in particolare Rotazione esterna (ER)

• Nessun sollevamento, spinta, trazione o uso del braccio oltre la ROM specificata


Fase 2

Obiettivo primario:

• Aumentare ROM articolazione glenomerale (Attivo-Assistito, attivo)

• Migliorare la forza e il controllo neuromuscolare del cingolo scapolare

• Proteggere il tessuto di cicatrizzazione capsulare

• Ridurre al minimo il dolore alla spalla


Obiettivo secondario:

• Aumentare le attività funzionali (ADL)

• Maggiore integrazione della catena cinetica (articolazioni adiacenti, postura, ecc.)


Precauzioni:

• Nessun allungamento passivo della spalla oltre il limite raggiunto con la ROM attiva a meno che non sia diretto dal chirurgo, specialmente in sala operatoria

• Nessun sollevamento, spinta, trazione o uso del braccio oltre la ROM specificata

• Nessun rinforzo o carico della spalla in abduzione e ER


Fase 3

Obiettivo primario:

• Migliorare e normalizzare la forza neuromuscolare della spalla, la resistenza e la propriocezione

• ROM completa e funzionale dell'articolazione glenomerale e dell'intera catena cinetica U / E


Obiettivo secondario:

• Ritorno completo a tutti gli ADL, al lavoro e alle attività ricreative

• Proteggere il tessuto capsulo-labrale di guarigione; soprattutto nelle posizioni di abd / ER Precauzioni:

• Allungamento della spalla in abd / ER

• Sollevamento, spinta, trazione o uso del braccio in posizioni ER; specialmente abd ed ER

• Attività dinamiche aeree (es. lancio)

7 visualizzazioni