Cerca
  • Andrea Pietropoli

CLASSIFICAZIONE DELLA DEGENERAZIONE TENDINEA DELLA CUFFIA DEI ROTATORI


Grado 1: il tendine è normale, i fasci di fibre sono ben orientati con un pattern ondulato, le singole fibre sono facilmente distinguibili dentro i fasci. I nuclei sono allungati con un modello di cromatina irriconoscibile. i nuclei sono disposti con il loro asse parallelo ai fasci delle fibre di collagene. Non c'è ialinizzazione (Trasformazione dei tessuti che, perdendo la loro normale struttura, acquistano aspetto macroscopico vetroso). Non vi è cospicuo versamento. Rottura corta e larga. Riparazione autonoma.


Grado 2: lieve degenerazione. le fibre di collagere sono relativamente ben allineate ma l'ondulazione è irregolare. I nuclei sono più corti e più ovali; si può osservare una cromatina più scura. I nuclei sono spesso organizzati in piccole catene che hanno un aspetto di file indiane. non c'è ianilizzazione. Gruppi di capillari meno di 1 per 10. Rottura lunga e stretta. Indicata la convergenza dei margini.


Grado 3: Degenerazione moderata. Perdita dell'orientazione delle fibre di collagene. I nuclei cellulari sono ovalizzati e spesso aumentano di numero. C'è una perdita dell'orientamento dei nuclei in relazione ai fasci di fibre di collagene. La cromatina ha un colore scuro. La ianilizzazione è moderata. 1-2 gruppi di capillari per 10. Rottura lunga e larga maggiore di 2 x 2 cm. Indicato una riparazione parziale.


Grado 4: Degenerazione severa. I nuclei si sono ridotti di numero, piccoli, scuri e rotondi. La ianilizzazione è omogenea. Più di 2 gruppi di capillari per 10. Artropatia della cuffia. Indicata l'artroplastica.

5 visualizzazioni