Cerca
  • Andrea Pietropoli

TRATTAMENTO DEI DISTURBI DELL' ATM 

-Attivazione della funzione motoria / esercizi della mascella: L'obiettivo dell'esercizio posturale e dell'allenamento di coordinazione è aumentare la consapevolezza del movimento del corpo e ridurre i carichi che incidono negativamente su articolazioni e muscoli. Lo scopo dello stretching passivo è migliorare la mobilità - la lunghezza del muscolo e la gamma di movimento dell'ATM; lo stretching può anche aiutare i pazienti a superare la paura di muovere la mascella.

La raccomandazione degli esperti in merito allo spostamento sintomatico del disco con riduzione è quello di esercitare movimenti di apertura e chiusura della mascella che non provocano suoni di clic. Lo stretching passivo è stato considerato più efficace della postura e dell'esercizio di coordinamento e ha quindi ricevuto una priorità più alta.

Per la lussazione dell'ATM, si consiglia una manovra manuale per riposizionare il condilo nella fossa. Lo stretching passivo ha: come trattamento aggiuntivo, effetto moderato sulla riduzione del dolore (evidenza moderata), effetto moderato sul miglioramento globale (bassa evidenza), effetto moderato sulla capacità di apertura massima della mascella (evidenza moderata).

-Stimolazione sensoriale: Il trattamento di stimolazione sensoriale (ad es. Stimolazione nervosa elettrica transcutanea [TENS] e agopuntura) mira ad attivare il sistema nervoso afferente e quindi a modulare i sistemi di controllo del dolore endogeno per promuovere il sollievo dal dolore. L'agopuntura provoca il rilascio di oppioidi endogeni, serotonina e noradrenalina nel sistema nervoso centrale e stimola la perfusione del sangue nei tessuti. Anche le aspettative favorevoli dei pazienti si sono dimostrate significativamente importanti. Si propone che i laser di basso livello inducano un effetto antinfiammatorio influenzando l'attività cellulare. TENS stimola elettricamente i nervi tramite elettrodi sulla pelle. L'aumentata attività nelle fibre nervose spesse (fibre A-beta) che mediano il tatto e le vibrazioni inibiscono l'attività nelle fibre nervose sottili (fibre C) che mediano i segnali nocicettivi. L'agopuntura ha dimostrato un sollievo dal dolore superiore nella TMD e nella mialgia analgesica rispetto a nessun trattamento e uguale efficacia ad altre terapie. Rispetto al placebo, i risultati sono contraddittori. Dal punto di vista economico-sanitario, l'agopuntura è stata valutata come più costosa e quindi ha ricevuto un punteggio di priorità più elevato rispetto all'apparecchio occlusale o all'esercizio della mascella. Nessuno degli studi ha riportato eventi avversi o effetti collaterali dal trattamento di agopuntura. Il laser di basso livello è stato confrontato con il trattamento placebo (laser senza stimolazione minima o minima) o TENS e non è stato efficace nel ridurre il dolore. Una recente revisione sistematica non ha trovato prove a supporto del laser di basso livello nel trattamento della TMD. Due studi hanno valutato la TENS, una in pazienti con TMD e una nello spostamento del disco sintomatico senza riduzione. Nessuno degli studi ha riscontrato un miglioramento significativo dei sintomi con TENS rispetto al trattamento di controllo.

L'agopuntura ha: Effetto moderato su TMD e mialgia (evidenza moderata)

Il laser di basso livello ha: Basso effetto sulla riduzione del dolore e sulla massima capacità di apertura della mascella (bassa evidenza)

TENS ha: Basso effetto sul dolore della TMD e sull'apertura massima della mascella capacità (dichiarazione di esperti)

-Correzione / regolazione occlusale: L'aggiustamento occlusale non ha effetti sulla riduzione del dolore limitato ai pazienti con mialgia

-Terapia dell'apparecchio di stabilizzazione: è stato giudicato avere un effetto moderato sul dolore nei pazienti con mal di testa attribuito a TMD (evidenza moderata).

Gli apparecchi di stabilizzazione hanno un effetto moderato sulla capacità di influenzare le parafunzioni, proteggere i denti dall'usura e prevenire il bruxismo e altre parafunzioni orofacciali

- Apparecchi occlusali a copertura parziale (frontale): Come suggerisce il nome, gli apparecchi occlusali a copertura parziale nella regione frontale coprono solo i denti frontali, o solo gli incisivi o gli incisivi e i canini. Gli apparecchi frontali a copertura parziale sono indicati solo per un uso a breve termine e richiedono controlli regolari. Gli apparecchi frontali a copertura parziale hanno un effetto moderato sulla mialgia della TMD (bassa evidenza)

Il rischio di effetti collaterali indesiderati è maggiore per gli apparecchi a copertura parziale nella regione frontale durante il trattamento a lungo termine e quindi richiede un attento monitoraggio

- Apparecchi morbidi: gli apparecchi morbidi hanno un moderato effetto sul miglioramento globale e sul dolore alla palpazione. L'effetto era migliore del trattamento assente o minimo e uguale a quello dell'apparecchio di stabilizzazione. È più difficile mantenere un'igiene orale adeguata con l'apparecchio morbido e la loro durata è più breve. Pertanto, sono raccomandati per un uso a breve termine. Gli apparecchi morbidi hanno un effetto moderato sulla mialgia dell'ATM (bassa evidenza)

La durata degli apparecchi morbidi è più breve rispetto all'apparecchio di stabilizzazione e può quindi scaricare l'attacco del disco dell'ATM posteriore per alleviare il dolore. Quando il trattamento è stato sospeso, il clic è tornato.

-Riposizionamento degli apparecchi: Il riposizionamento degli apparecchi mira a ridurre i sintomi legati allo spostamento del disco con riduzione. Sono costruiti con la mandibola in una posizione sporgente e il disco in posizione «normale»; Il riposizionamento degli apparecchi ha un alto effetto sul dolore e sul clic dell'ATM (evidenza moderata) e un effetto moderato sul dolore alla palpazione dell'ATM (bassa evidenza) in pazienti con dislocazione del disco con riduzione

Il clic spesso ritorna dopo il completamento del trattamento, quindi la percentuale di successo diminuisce nel tempo. L'uso a lungo termine di un apparecchio di riposizionamento è accompagnato da un rischio di cambiamenti occlusali.

18 visualizzazioni